FRANCO DE CONTI  (tastiere e synt.)

Alquanto indifferente alla musica fino all' età di quindici anni, gli esplode improvvisamente la passione per le sette note e, a diciannove, esce dall' Accademia Musicale di Milano con il diploma di organo liturgico ed elettronico.
Ciò gli consentirà di provarsi subito sul campo... dell' oratorio, nelle chiese, ai matrimoni dei suoi amici ed in seguito come dimostratore degli organi Hammond,  esibendosi anche al Teatro Lirico di Milano, per tre manifestazioni annuali, la prima volta come solista e le successive con gruppo.
Impostato su studi musicali classici ma inesorabilmente attratto dalle migliori bands pop-rock di quegli anni, parallelamente al conseguimento della maturità scolastica, condivide varie esperienze musicali con l'amico Pietro Nobile, oggi uno tra i migliori esponenti mondiali di tecnica chitarristica "fingerstyle". 
In quel periodo, sperimenterà con entusiasmo molte elaborazioni di musica classica, focalizzando i suoi interessi sui sintetizzatori, veri protagonisti del "progressive" di allora (siamo negli anni '70, naturalmente...).
Anche qui compare nelle fiere di settore come dimostratore.
Inseritosi giovanissimo per necessità oltre che per sbaglio, nel mondo del lavoro nel settore elettronico,l'incontenibile desiderio di possedere un sintetizzatore, ma di non poterselo permettere, lo induce a costruirselo "in casa", oltre ad una sala prove-studio "sotto casa", rivestita con gli immancabili contenitori per le uova.

Sviluppa in seguito la sua passione suonando "quel genere" in vari gruppi, disdegnando quasi sempre i concorsi e prediligendo invece il "live" nei locali o meglio ancora in manifestazioni, eventi, teatri, nonchè passaggi radiofonici e televisivi.

 

ANTONIO TALUCCI  (batteria e percussioni)

E' uno dei componenti storici della band, oltre 25 anni di live alle spalle e una grande passione per la musica prog anni '70.
Il cuore pulsante dei Publius Enigma, tocco inconfondibile, grande precisione e sensibilità; le sue caratteristiche principali sono l'ecletticità ed una grande capacità di ascolto.
Le partiture di Nick Mason sono in buone mani.....

 

GIOVANNI GALLI  (chitarra e voce)

A 12 anni imbraccia la prima vecchia chitarra regalata dalla mamma che gli insegna i rudimenti e nel cortile del caseggiato inizia a strimpellare i primi accordi con gli amici.
Qualche anno dopo, riuscendo a procurarsi una chitarra elettrica con l'amplificatore si inserisce nel primo complessino rock e da allora non ha più mollato la musica.
Tanta "gavetta" con la "disco" e il "ballabile"; per una quindicina di anni calca palcoscenici e piste di tutto il nord-Italia, come polistrumentista, ma accarezzando sempre il desiderio di suonare il pop-rock e di prendere parte in una band, magari stile "progressive".
Autodidatta della chitarra fino agli attuali studi sulle tecniche di David Gilmour, sia per il "tocco" che per ricerca strumentale, quasi per vocazione naturale si esprime ormai con sorprendente disinvoltura anche al basso, alla batteria e al canto, alternandosi in questi ruoli in una cover-band dei Beatles.
Nella vita è un perito (ma vivo) meccanico ma si diverte anche con l'elettronica, l'elettricità, l' ebanistica e in tutto ciò che si può smontare, curiosando all'interno di tutte le cose......
Grande appassionato di sport, dal paracadutismo al tennis, dallo sci all'idrospin,  insegna arti marziali che pratica da quasi 40anni ed è istruttore subacqueo e guida regionale da oltre 10 anni.
A volte si diletta a fare il fonico per una compagnia teatrale o per altre occasionali manifestazioni.
Certo... deve fare i conti con il tempo, ma la sua irrinunciabile passione rimane suonare i Pink Floyd.

 

CARMINE SAVOIA  (chitarra e voce)

Fin da giovane é influenzato dai suoni e movimenti degli anni ‘70 ed ha cominciato a suonare la chitarra emulando le band Rock di quel periodo (Hendrix, Pink Folyd, Led Zeppelin, Santana).

Si è diplomato nel '92 al CPM al corso avanzato di chitarra, studiando con G. Cocilovo e D. Minotti, ed ha proseguito la sua attività sia in campo didattico che live nel panorama musicale milanese, suonando in svariate formazioni.

In tutto il periodo post studi si è lasciato tentare, sia da un’intensa attività didattica, che da una ricerca verso tutte le influenze possibili. In particolare ha dedicato parecchie attenzioni al Rock ‘70, e al Grunge anni ’90 con una passione particolare per i “Pearl Jam”, anche se Blues, Funk, e Jazz sono sempre state una compagnia costante.

 

Dal 2000 ha intrapreso un percorso acustico che lo ha portato alla ricerca sonora ed etnica, che tuttora lo affascina, ed anche alcune esperienze Fusion, collaborando con musicisti di alto profilo tecnico.

 

...."Attualmente sento di tornare alle origini, con una rinnovata passione per i Pink Floyd , che forse è stata ragione di tutto il mio percorso" ....  

                                                                              Carmine.

 

CESARE TESCARI  (basso e voce)

Diplomato nel 1998 al corso di Tecnico del Suono a Musicomania con docente e amico Roberto Villicich. Ha partecipato come assistente di studio nel 1999 alla realizzazione dell’ultima registrazione The Best Of Kim & The Cadillacs e dei Dik Dik.

Ha frequentato corsi di specializzazione in masterizzazione audio al Profile Studio, collaborando al restauro di alcuni album della P.F.M. e Del Banco del Mutuo Soccorso per conto della BMG. Suona il basso dal 1982 militando negli anni in un gran numero di band dell’undergrond milanese. Ha conosciuto i Pink Floyd nel 1979 ed è stata una folgorazione...

Esperto e appassionato anche in programmazione e montaggi video, la band deve a lui l’ opera e la qualità delle immagini proiettate negli spettacoli dei Publius Enigma.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FRANCESCO VASCIARELLI  (voce e chitarre)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PAOLO PORFIRI  (sax)

 

 Il suo primo amore è la chitarra, i primi concerti appena diciottenne con un'impronta decisamente rock,

poi l'esigenza di spaziare non solo come genere musicale ma anche e soprattutto con altri strumenti.

Lo studio del sax, del flauto traverso e di altri strumenti a fiato e l'avvicinamento al jazz....

Paolo Porfiri è uno dei polistrumentisti dei Publius Enigma, Sax, chitarre e basso, sono gli strumenti di riferimento,

un grande potenziale e un grande valore per il gruppo.....

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PATRIZIA CAPPUCCILLI  (vocalist)

Figlia del baritono Piero Cappuccilli, Patrizia cresce sviluppando abilità artistiche e musicali fin da piccolissima. Oltre all’eredità lirica trasmessale dal padre affianca la passione per il genere rock progressivo.

Tra le sue band preferite i mitici Emerson, Lake & Palmer, Genesis, Beatles e Pink Floyd.

Dagli anni ’90 si occupa della promozione artistica di cantanti lirici. Ha organizzato concerti e master class in teatri e location di prestigio in Italia e all’estero, con Shirley Verret, Katia Ricciarelli, Raina Kabaivanska, Leila Genger, Leo Nucci.

Dal 2012 si esibisce con i Publius Enigma cantando nel ruolo di contralto.

 

 

 

 

 

ARIANNA PANOZZO  (vocalist)


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

GRETA MARIANI  (vocalist)


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 











MAURIZIO SARDI  (Sound Engineer)

Maurizio è il capotecnico dei Publius Enigma. Fonico professionista da oltre trent’anni, ha lavorato con un gran numero di artisti di fama nazionale ed internazionale, il suo curriculum è talmente esteso da renderne difficile il contenimento in una pagina come la nostra.

 

 

 

 

 

 

 

 


SERGIO ARCADI  (Sound Engineer)

Fonico professionista da oltre 15 anni, profondo conoscitore della musica e del sound Pink Floyd. Ha lavorato con molti artisti italiani e non, seguendone i tour nei palazzetti e nei teatri …. Specializzato nella musica live.

 

 

 


 

 

 

 

 


CARLO MANZAN  (Light Designer)